Rudi Schultz, fondatore dell’omonimo brand, lavora da oltre 18 anni per Thelema Mountain Vineyards di cui ne è attualmente l’enologo.

Dopo aver completato gli studi in enologia ha avuto un’importante  esperienza a metà anni ‘90 presso Sonoma-Cutrer in California e dopo aver lavorato in alcune aziende sudafricane come Rustenberg e Jordan nel 2000 arriva a Thelema iniziando a lavorare con il leggendario Gyles Webb.

Nel 2002 ha l’opportunità di trasferirsi in Francia per una stagione presso lo Château Joanny nella Valle del Rodano, dove viene impressionato  dai vini di quella zona.

Questa esperienza lo porta alla decisione di creare una sua etichetta producendo vini  con uno stile fortemente influenzato dalla sua reminescenza francese.

Le uve usate per i suoi vini provengono dalla zona di Bottelary Hills nella parte nord ovest di Stellenbosch a solo 16 miglia dall’oceano su un terreno granitico.

Solo per il Sauvignon Blanc, dove il contributo del suo collega e amico Duncan Clarke ne caratterizza ulteriormente lo stile , le uve utilizzate provengono dalle fresche alture degli Elgin, situate a sud est di Cape Town ad un altitudine di 350/400mt, dove la  fresca brezza oceanica ne fa il territorio di eccellenza per i Sauvignon Blanc sudafricani.

Tutto il processo di vinificazione avviene all’interno della cantina di Thelema.

Rudi Schultz è un tipico ragazzo sudafricano che nel suo tempo libero si dedica al ciclismo ed in particolar modo al Surf.

E proprio questa sua passione ha dato il nome al suo Chenin Blanc, Pepper Street.

Infatti a Jeffrey’s Bay nell’ Eastern Cape ed esattamente sulla spiaggia di Pepper Street si possono cavalcare delle onde fantastiche come la Super Tube.

Questa è una località  in cui arrivano surfisti da tutto il mondo.